sabato 1 gennaio 2005

duemiliacinque



se gli anni si devono giudicare dal primo giorno, forse non avrei avuto un anno buono in tutta la mia vita, ho da sempre un pessimo rapporto con l'ultimo e il primo giorno dell'anno... a parte un fil rouge di alcol che li ha uniti tutti, dal primo a 3 anni, quando rubai una bottiglia di champagne dal tavolo e poi mi trovarono scendere le scale di casa a carpioni alla rovescia, fino all'ultimo di ieri, sorretto dalla sola svedese con cui se ci finisci a letto poi stai male (leggi absolut) a braccetto con l'inseparabile RedBull per reggere le ore che ogni veglione richiede.

Forse ciò che non amo del capodanno, è il mare di aspettative che tutti vi ci mettono, non ho mai sopportato i climi pieni di aspettative, soprattutto perché io non le so reggere. Sono come la palla nera quando giochi a snooker, posso infilare sette palle di fila, studiando trigonometrie da nobel, ma quella maledetta nera, anche se semplice non vuole mai entrare, con gli anni ho capito che non è la palla che ha conformazioni fisiche diverse, ma è la mia mente, che quando vede un traguardo e sente che bisogna farlo, si rifiuta... e poi in fin dei conti è più bello fare cose eccezionali quando non te lo aspetti che quando ne senti il bisogno. Come quando un pomeriggio di tristezza viene rotto dal passaggio della persona amata e dimenticata, quella visita, vale più di un milione di incontri voluti e sognati.



project mayhem is back


che bello riaccarezzare il mio panasonic AVE-7, ricercare i tempi per buttare i loop in superimpose, correre dietro a quel beat in downtempo della drum&bass, che ogni volta che ti sembra di averlo trovato, lo perdi, perché per quanto tu vada veloce, lui è già alla battuta dopo.

mi sono mancati questi mesi, primo impegno per il 2005, rifare partire tanti progetti per serate, back to the origin...

buon duemilacinque a tutti....

"and remember people that no matter who you are and what you do to live, thrive and survive, there's still some things that make us all the same. You, me, them everybody, everybody."
(Elwood Blues - The Blues Brothers)

2 commenti:

  1. my god, che giorno del cancer?

    RispondiElimina
  2. oh ma sei un mito!
    sei riuscito in un post a non pronunciare la parola Vegan o altre parole composte da Vege Vega Veg o simili

    grande!!

    solofotto.tk

    RispondiElimina